18. Struttura di una trama 2

Segue un approfondimento del post 4.

Colta da un impeto d’ispirazione scrissi dieci pagine, ci ragionai, le cestinai…
Che cosa volevo dire? Dove avevo intenzione di arrivare? Quali erano i desideri dei miei personaggi? Domande senza risposta. Avevo scritto solo per il piacere di farlo. Capii che per dare un senso alla storia avrei dovuto organizzarne la trama.

Avevo già la protagonista, ma le mancava ancora qualcosa di fondamentale. Dovevo far si che avesse un desiderio e che volesse ottenerlo a qualsiasi costo. Ho pensato a quali potessero essere gli ostacoli da porre sul suo cammino che ne tirassero fuori le paure. Il bisogno di un antagonista, o antisoggetto, che interferisse con il raggiungimento del desiderio è venuto da sé (non dev’essere necessariamente una persona, per fare un esempio banale potrebbe trattarsi di una malattia). Protagonista e antagonista hanno un oggetto di comune valore che li fa incontrare e scontrare.

Prima di stendere la trama, ho riepilogato gli elementi che ritenevo necessari: agente (protagonista), situazione, scopo (in apparenza inarrivabile), azione (per raggiungere lo scopo) e mezzi (per compiere l’azione).

È importante che un evento infranga la quotidianità e ponga il protagonista di fronte a degli ostacoli. Ciò che vuole il lettore è scoprire come questi verranno superati.
Il protagonista deve compiere un percorso che lo porti ad avere le competenze essenziali (il giusto cambiamento) per affrontare le difficoltà. Nel momento in cui raggiungerà il suo scopo, sarà necessario un riconoscimento.

Il passo successivo è stato dividere la trama in tre parti (o atti):
L’inizio, in cui si presentano alcuni dei personaggi e l’ambiente, avviene un evento che fa partire la storia e si mostra che il desiderio del protagonista prendere il sopravvento.
La parte centrale, in cui il protagonista cerca di raggiungere il suo obiettivo e si trova davanti a degli ostacoli, affinché vengano mostrate le sue paure e inizi il cambiamento.
Il finale in cui avviene (o forse no) il conseguimento dell’obiettivo, il raggiungimento del desiderio.

In questo modo ho delineato la mia trama: seguendo lo schema in tre atti. Il passo successivo è stato quello di dividerli in scene e capitoli.

Annunci

2 responses to “18. Struttura di una trama 2

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: